Sviluppo software: principali metodologie e framework per scegliere il giusto partner tecnologico

sviluppo software metodologie e framework

Quando si tratta di affidare lo sviluppo di un software personalizzato ad una software house, è molto importante tenere in considerazione metodologie di sviluppo e framework a cui questa fa riferimento.

Nella scelta del giusto partner tecnologico, comprendere i metodi e le strutture utilizzate nella realizzazione di un progetto digitale è fondamentale per evitare sprechi di tempo e di risorse economiche.

In questo articolo esploreremo i principali metodi e framework utilizzati dalle software house per aiutarti a capire quale partner sia il più adatto al tuo business e alla tua idea progettuale.

Differenza tra metodologia e framework di sviluppo 

[torna all’indice]

“Metodologia” e “framework” sono i termini più comunemente utilizzati nel settore dello software development e, nonostante alcune notevoli differenze tra i due, molti professionisti del settore usano impropriamente questi termini, interscambiandoli.

Quindi, prima di descrivere gli approcci di sviluppo software più popolari, è bene comprendere le importanti distinzioni tra questi due concetti.

Che cos’è una metodologia di sviluppo software?

Una metodologia è un insieme documentato di convenzioni che un team segue per risolvere sistematicamente problemi legati allo sviluppo del software.

Si tratta, quindi, di un insieme di principi, strumenti, pratiche e regole predefinite che possono essere utilizzate per guidare i processi in modo coerente, responsabile e ripetibile nel tempo.

Le metodologie generalmente si basano su 6 fasi principali rappresentanti il ciclo di vita tipico dello sviluppo di un progetto digitale e sono:

  1. Pianificazione
  2. Disegno
  3. Sviluppo
  4. Test
  5. Distribuzione
  6. Manutenzione

Questo è il percorso che in genere viene seguito dalle aziende informatiche, ma esistono più strade per arrivare allo stesso risultato.

Quindi, occorre considerare che la portata e i dettagli di ciò che accade in ciascuna di queste fasi del ciclo di vita non sono sempre gli stessi.

Che cos’è un framework di sviluppo software?

Un framework di sviluppo rappresenta un approccio strutturato alla risoluzione dei problemi attorno al quale il team di una software house può costruire il suo percorso di realizzazione.

I framework forniscono una struttura logica per classificare e organizzare il lavoro e i componenti strutturali necessari per realizzarlo, lasciando spazio per l’inclusione di altre pratiche e strumenti.

Sebbene alcuni framework siano rigidi, la stragrande maggioranza è abbastanza modellabile durante tutto il ciclo di vita dello sviluppo del software, rendendoli facilmente adattabili a problemi di diversa natura.

Riassumendo, una metodologia offre un approccio rigoroso e sistematico alla risoluzione di un problema, mentre un framework serve a mettere in pratica la metodologia, fornendo una struttura per costruire il processo di sviluppo del software.

Ora che abbiamo compreso la teoria, diamo un’occhiata ad alcune delle metodologie e dei framework più utilizzati.

Metodologia Agile

[torna all’indice]
Sviluppo software metodologia Agile

Lo sviluppo Agile è un approccio iterativo complesso, volto alla gestione dei progetti e allo sviluppo del software.

Aiuta i team di sviluppo a concentrarsi sulla consegna del lavoro con piccoli, ma tangibili incrementi ottenuti attraverso la valutazione continua di requisiti, piani e risultati.

Questo approccio consente una grande flessibilità nel rispondere al cambiamento rispetto a quelli tradizionali, come Waterfall (che vedremo in seguito).

Tale flessibilità aiuta il tuo team a trovare una soluzione tempestiva a ogni problema che si presenta, le cose giuste da fare dato il tuo contesto particolare.

Un’altra cosa importante che separa Agile da altri approcci è l’attenzione su una collaborazione efficiente tra team interfunzionali e auto-organizzati all’interno del progetto. 

Ciò significa che i membri del team di progetto non devono necessariamente avere ruoli specifici, ma piuttosto presentare le competenze richieste, date dalla capacità di capire come affrontare un determinato problema da soli.

Vantaggi della metodologia di sviluppo agile

Il vantaggio principale di Agile è che consente il rilascio del software in iterazioni.

Le versioni iterative migliorano l’efficienza, consentendo ai team di trovare e correggere i difetti e allineare le aspettative in anticipo.

Consentono inoltre agli utenti di realizzare in anticipo i vantaggi del software, con frequenti miglioramenti incrementali.

Svantaggi della metodologia di sviluppo agile

I metodi di sviluppo Agili si basano sulla comunicazione in tempo reale, quindi i nuovi utenti spesso non riescono ad avere in tempo la documentazione di cui hanno bisogno per aggiornarsi.

Richiedono un enorme impegno di tempo da parte degli utenti e richiedono elevato carico di lavoro perché gli sviluppatori devono completare completamente ogni funzionalità all’interno di ogni iterazione per l’approvazione dell’utente.

Metodologia DevOps

[torna all’indice]
Sviluppo software metodologia DevOps

DevOps non è solo una metodologia di sviluppo, ma anche un insieme di pratiche che supportano e migliorano la cultura organizzativa e stimolando la collaborazione tra i dipartimenti responsabili dei diversi segmenti del ciclo di vita dello sviluppo.

DevOps è compatibile con Agile e diversi aspetti di DevOps sono presi da Agile.

La differenza tra i due è che Agile è una metodologia generale per lo sviluppo del prodotto, mentre DevOps si concentra specificamente sulla fusione dei team di sviluppo, puntando all’integrazione e alla distribuzione continua di nuove iterazioni.

Dunque, DevOps significa che gli ingegneri lavorano lungo l’intero ciclo di vita dello sviluppo del software, dallo sviluppo al test e all’implementazione.

Prima di DevOps, il team di sviluppo software avrebbe semplicemente consegnato la build del software in un ambiente di staging o test alle operazioni il cui compito era, quindi, di distribuirlo.

Vantaggi di DevOps

Le organizzazioni DevOps mirano ad automatizzare l’implementazione continua per garantire che tutto avvenga in modo fluido e affidabile.

Le aziende che utilizzano DevOps traggono vantaggio dalla riduzione significativa del time-to-market, dal miglioramento della soddisfazione dei clienti, della qualità dei prodotti e della produttività e dell’efficienza dei dipendenti.

Svantaggi di Devops

Tra gli svantaggi di DevOps ritroviamo:

  • Clienti che non desiderano aggiornamenti continui dei propri sistemi
  • Alcuni settori che hanno normative che richiedono test approfonditi prima che un progetto possa passare alla fase operativa
  • Se reparti diversi utilizzano ambienti diversi, i problemi non rilevati possono entrare in produzione
  • Alcuni attributi di qualità richiedono l’interazione umana, che rallenta la pipeline di consegna

Metodologia a cascata (Waterfall)

[torna all’indice]
Sviluppo software metodologia Waterfall

Il modello a cascata è il primo approccio SDLC (Software Development Life Cycle), in cui l’avanzamento del progetto scorre rigorosamente verso il basso, come una cascata.

Molti considerano il metodo a cascata il metodo di sviluppo più tradizionale:  è lineare e rigido e consiste in fasi sequenziali incentrate su obiettivi distinti.

Il modello scompone le attività del progetto in 6 fasi sequenziali, quali:

  1. Analisi dei requisiti
  2. Disegno
  3. Implementazione
  4. Test
  5. Distribuzione
  6. Manutenzione

Ogni fase dipende dai risultati finali della precedente e funge da input per la successiva. Ciò significa che una fase non può essere avviata prima del completamento della fase precedente e non possono esserci sovrapposizioni nelle fasi.

Con l’aumento del numero di approcci iterativi e basati sull’esperienza, il modello Waterfall è diventato rapidamente obsoleto e la a ragione principale è l’assoluta mancanza di flessibilità fornita dal modello, qualcosa di inaccettabile nel mondo odierno dello sviluppo software che richiede un’efficiente gestione del rischio e controllo delle modifiche.

Vantaggi del modello a cascata

Il modello Waterfall è molto semplice e di facile comprensione e utilizza una metodologia ben definita, in cui ogni fase ha risultati specifici e un processo di revisione individuale e si risparmia una notevole quantità di tempo in tutte le fasi elaborate e completate in un determinato momento.

Inoltre, il processo è prevedibile e consente un budget e una programmazione ben definiti. Questo rende Waterfall una soluzione perfetta per progetti a prezzo fisso

Queste caratteristiche lo rendono un modello molto vantaggioso per uno sviluppatore principiante e per progetti più piccoli.

Svantaggi del modello a cascata

Lo svantaggio principale di questo metodo è che non è applicabile ai progetti iterativi e che richiedono una manutenzione continua.

Una volta che un’applicazione è in fase di test, non è consigliabile tornare indietro e apportare modifiche, poiché potrebbe causare diversi problemi al software.

Inoltre, non è possibile includere il prezioso feedback del cliente nella fase di sviluppo in corso e non è possibile conoscere il risultato finale dell’intero progetto

Metodologia Lean

[torna all’indice]
Sviluppo software metodologia Lean

L’approccio Lean allo sviluppo del software è stato effettivamente sviluppato per la prima volta per i processi di produzione e definito nel Toyota Production System prima di essere riproposto come metodologia di sviluppo del software.

Toyota descrive il sistema produttivo che rappresenta il modello Lean come “Un sistema produttivo basato sulla filosofia di raggiungere la completa eliminazione di tutti i rifiuti alla ricerca dei metodi più efficienti.”

Obiettivo principale di questo approccio è ridurre al minimo gli sprechi.

Per questo, lo sviluppo Lean offre una solida struttura concettuale con valori, principi e buone pratiche per “rimuovere tutto ciò che non è necessario” durante il processo di sviluppo del software. 

I suoi 7 principi corrispondono strettamente a quelli dello sviluppo Agile:

  1. Eliminare lo spreco
  2. Amplificare l’apprendimento
  3. Decidere il più tardi possibile
  4. Consegnare il più velocemente possibile
  5. Potenziare la squadra
  6. Curare l’integrità
  7. Ottimizzare il tutto

La metodologia di sviluppo snello si concentra sulla creazione di software facilmente modificabili. Questo modello di sviluppo software è più strategicamente focalizzato rispetto a qualsiasi altro tipo di metodologia agile.

L’obiettivo di questa metodologia è sviluppare software in un terzo del tempo, con un budget limitato e una quantità di lavoro nettamente inferiore.

Vantaggi della metodologia di sviluppo snello

Tra i principali vantaggi dell’approccio snello rientrano:

  1. Accelerare il processo di sviluppo dell’intero software, riducendo il costo complessivo del progetto.
  1. Consegnare il prodotto in anticipo. Il team di sviluppo può fornire più funzionalità in un periodo di tempo più breve, consentendo così la consegna di più progetti software.
  1. L’empowerment del team di sviluppo aiuta a sviluppare la capacità decisionale dei membri del team, che crea maggiore motivazione tra i membri del team.

Svantaggi della metodologia di sviluppo snello

Il successo nello sviluppo del software dipende da quanto sono disciplinati i membri del team e da come far progredire le loro capacità tecniche.

Il ruolo di un analista aziendale è fondamentale per garantire che la documentazione dei requisiti aziendali sia compresa correttamente. Se un’organizzazione non ha una persona con l’analista aziendale giusto, questo metodo potrebbe non essere utile per loro.

In questo modello di sviluppo, viene data allo sviluppatore una grande flessibilità, il che è sicuramente eccezionale, ma troppa porterà rapidamente a un team di sviluppo che ha perso la concentrazione sui suoi obiettivi originali, quindi è il cuore del flusso dell’intero lavoro di sviluppo del progetto.

Lean rientra nell’ombrello della metodologia Agile come sottoinsieme di pratiche.

Metodologia RAD (Rapid Application Development)

[torna all’indice]
Sviluppo software metodologia RAD

Lo sviluppo rapido di applicazioni (RAD) è un processo di sviluppo condensato che produce un sistema di alta qualità con bassi costi di investimento.

Consente agli sviluppatori di adattarsi rapidamente ai requisiti mutevoli in un mercato frenetico e in continua evoluzione ad un costo di investimento abbastanza basso.

Il RAD si compone di 4 fasi principali:

  1. pianificazione dei requisiti
  2. progettazione dell’utente
  3. costruzione
  4. cutover

Le fasi di progettazione e costruzione dell’utente si ripetono finché l’utente non conferma che il prodotto soddisfa tutti i requisiti.

Vantaggi metodologia RAD

Lo sviluppo rapido di applicazioni è più efficace per i progetti con un obiettivo aziendale ben definito e un gruppo di utenti più ampio.  RAD è particolarmente utile per progetti di piccole e medie dimensioni che sono sensibili al tempo.

Svantaggi metodologia RAD

Sviluppare rapidamente un’app richiede una composizione stabile del team, con sviluppatori e utenti altamente qualificati che conoscono a fondo l’area applicativa.

Una conoscenza approfondita è essenziale in una sequenza temporale di sviluppo ridotta che richiede l’approvazione dopo ogni fase di costruzione. È improbabile che le organizzazioni che non soddisfano questi requisiti traggano vantaggio da RAD.

Framework Scrum

[torna all’indice]
Framework Scrum

Scrum è un framework di gestione dei progetti agile e leggero che si concentra sull’aiutare i team di sviluppo a trovare soluzioni adattive a problemi complessi.

Stimola la produttività e la creatività nella fornitura di prodotti, aiutando i team ad auto-organizzarsi mentre lavorano su un problema, imparare attraverso le esperienze e migliorare continuamente. 

Con Scrum si adotta un approccio empirico, basato sull’evidenza.

Ciò significa che il team accetta che i problemi non possono essere completamente compresi o definiti in anticipo e, quindi, si concentra sulla massimizzazione della capacità del team di rispondere rapidamente ai requisiti emergenti e ai cambiamenti delle condizioni di mercato

Scrum non è una metodologia. Non combina una grande collezione di componenti obbligatori intrecciati. In effetti, è il contrario.

Il framework di sviluppo Scrum sostituisce un approccio algoritmico e metodologico con uno euristico, in cui i team si auto-organizzano e collaborano strettamente attraverso la comunicazione quotidiana faccia a faccia per affrontare efficacemente qualsiasi sfida imprevedibile nel corso dello sviluppo.

Framework Kanban

[torna all’indice]
Framework Kanban

Kanban è una strategia alternativa a Scrum per implementare un modello di sviluppo Agile. Mentre Scrum si basa su sprint brevi, netti e strutturati, Kanban è una strategia più continua e fluida.

Si basa sulla visualizzazione dei flussi di lavoro, sull’ottimizzazione dell’efficienza e sulla limitazione dei lavori in corso in qualsiasi momento.

Kanban funge da sistema di gestione dei processi visivi che aiuta i team a definire, gestire e migliorare i flussi di lavoro sui loro progetti di sviluppo software.

Il metodo di sviluppo Kanban pone una maggiore attenzione sull’efficienza del processo decisionale, su cosa, quando e come dovrebbe essere fatto nel corso dello sviluppo del software e migliora la gestione dei colli di bottiglia dello sviluppo.

Kanban consente di visualizzare il processo di sviluppo del software e il suo avanzamento dall’inizio alla fine.

Il metodo di sviluppo Kanban è più comunemente usato in combinazione con altri metodi e framework di sviluppo software piuttosto che esclusivamente.

Se creato, gestito e funzionante correttamente, il sistema Kanban fornisce al tuo team informazioni in tempo reale sul flusso di lavoro generale, sull’avanzamento dei singoli articoli e sui possibili colli di bottiglia.

Quale metodologia di sviluppo software è la migliore?

[torna all’indice]

La scelta di una metodologia o di una struttura adeguata al progetto è importante, ma è ancora più importante eseguirla bene.

La metodologia di sviluppo del software più appropriata per un determinato progetto dipende da una combinazione della natura del progetto e dell’esperienza e delle preferenze del management e del team che ci lavora.

Un progetto complesso e su larga scala è una bestia molto diversa da uno piccolo e semplice e potrebbero essere appropriati approcci diversi. L’esperienza della squadra può essere un altro fattore importante.

Ma, in definitiva, una metodologia o una struttura è uno strumento di produttività e organizzazione. E l’efficacia di uno strumento è determinata non solo dall’applicazione in circostanze appropriate, ma anche dal modo in cui viene utilizzato.

Un buon strumento usato bene fornisce efficienze e risultati migliori. Ma anche il miglior strumento usato male non si tradurrà in un risultato positivo.

Stai pensando di sviluppare un software gestionale per la tua azienda? Se sì,  contattaci per una consulenza su metodologie o un framework di sviluppo software, altrimenti link in  bio

Condividi il post

Dubbi, curiosità, domande, idee? Scrivici!

Compila i campi seguenti per richiedere maggiori informazioni.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Articoli correlati